registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Usa: Schwarzenegger taglia, gli atenei vanno al tappeto

Ferie obbligate e non retribuite contro la crisi. Accade a Berkeley, California, lo storico ateneo che una recente classifica U.S. News giudica la prima università pubblica degli States (18a in assoluto).
I tagli al budget della California, governata da Arnold Schwarzenegger, hanno provocato un buco di circa 814 milioni di dollari nel bilancio d’ateneo e indotto a correre ai ripari: oltre ad aumentare le tasse, a Berkeley hanno messo a punto un piano straordinario di ferie, obbligatorie e non pagate, che determinerà 184,1 milioni di risparmi.
In termini salariali, le riduzioni andranno dal 4 al 10 per cento: «Quelli che guadagnano di più», spiega l’apposito sito internet allestito dall’ateneo, «saranno obbligati a più giorni di congedo e a riduzioni di stipendio più alte».
Da Berkeley assicurano che anche lo staff della presidenza, il senato e tutti gli organi dirigenziali saranno sottoposti alla medesima «cura».
 I conti di Schwarzenegger sono in rosso e a farne le spese, oltre Berkeley, sono tutti gli atenei dello Stato: a Ucla mancheranno circa 117 milioni, a San Diego, oltre ad aumentare le tasse, hanno tagliato o congelato circa 800 posti a termine nell’amministrazione, e 100 posizioni nelle facoltà; a San Francisco sono previste riduzioni di attività, come a Santa Barbara che dovrà far fronte a 45 milioni di tagli.

Share

On settembre 15th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Usa: Schwarzenegger taglia, gli atenei vanno al tappeto”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus