registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Usa: al diritto allo studio pensa Bill

Raddoppiare il numero di studenti provenienti da famiglie a basso reddito che si laureano entro i 26 anni.
E’ questo il nuovo ambizioso obiettivo della Fondazione Bill e Melinda Gates che, come rivela il New York Times, hanno annunciato ieri uno stanziamento di 70 milioni di dollari a questo scopo.
“La fondazione auspica anche che enti nonprofits, organizzazioni religiose e il Governo federale vogliano unirsi a questa campagna”, ha spiegato Hilary Pennington, responsabile delle attività post-liceali. La Fondazione si è mossa osservando I dati statistici dell’istruzione universitaria statunitense. Se è vero che cresce il numeri di quanti prendono la via dell’università fra le fasce a reddito più basso (meno di 85mila dollari all’anno), resta basso il numero di quanti, alla fine, riescono effettivamente a laurearsi. In generale, secondo i dati, solo uno studente su quattro, fra quelli a basso reddito, riesce a conseguire un titolo di studio dopo la scuola superiore, percentuale che scende al 20 fra neri e latini. Si tema che, in periodo recessivo, questi dati peggiorino. L’obiettivo della Gates Foundation è quindi di aumentare di 250mila i laureati in questa fascia. Una ricerca della Georgetown University mostra come ci siano 560mila studenti di questo tipo che terminano le superiori con ottimi voti e che superano i test di ingresso ma che poi non riescono a conseguire un titolo di 2 o 4 anni negli otto successivi alla maturità. La Gates Foundation negli ultimi 8 anni ha speso 2 miliardi di dollari per rafforzare le highschool americane.

Share

On dicembre 9th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Usa: al diritto allo studio pensa Bill”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus