registration





A password will be e-mailed to you.

Uno scrittore fuori tema


Nessun occhialino rotondo a contornare gli occhi. Nessuna giacca con le toppe sui gomiti, nessuna cravatta e nessun libro in mano. Non si presenta come un intellettuale qualunque, Erri De Luca, al convegno sulla didattica dagli studenti della Sapienza di Roma, dal titolo «Pensando a Radio Day», organizzato per lo scorso mercoledì 20 dicembre.


Completamente autogestito, il convegno è in realtà un momento di dibattito libero fra gli studenti, una giornata per riflettere su ciò che li riguarda di più: l’istruzione. Approfondito con stralci di film come Auguri professore, I cento passi, The Wall, letture teatrali e multivision si va avanti senza una scaletta precisa, in attesa dell’appuntamento con l’ospite più importante.

Erri De Luca entra nell’aula 9 dell’ex Caserma Siani, come uno studentello qualsiasi a metà del seminario, e proprio come un giovane allievo si mette in fondo all’aula per non farsi notare, aspettando in silenzio il suo momento. Sono le 15:05 quando finalmente viene invitato al centro dell’aula. Percorre così il corridoio centrale tra i banchi: le braccia lunghe a penzoloni, le mani grandi, la fronte larga e rugosa, passa tra gli studenti imbambolati davanti a questo gigante magro e alto, che più che di uno scrittore ha le sembianze di un operaio di fabbrica. Non tutti sanno che lo è davvero.

Da come esordisce infatti, si ha il dubbio che hanno sbagliato ad invitare persona: «Ho dimenticato tutto della mia scuola, ne sono uscito presto, a soli 18 anni, e quando sono uscito da lì, ho giurato che non avrei mai più avuto un maestro in vita mia». Dopo una giornata passata a fare il punto sull’istruzione scolastica italiana, a valutarne le risorse positive e i vuoti da colmare, non è rincuorante sapere che uno dei più grandi scrittori italiani non ne ha usufruito tanto: «Provavo irritazione per la sottomissione che dovevo mantenere. Prendevo 4 nei lavori scritti perch

Share

On dicembre 22nd, 2006, posted in: News università by
No Responses to “Uno scrittore fuori tema”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus