registration





A password will be e-mailed to you.

Uninsubria da terremoto

L’invenzione è da lasciare a bocca aperta. O meglio, da far tremar la terra…
A Roma, infatti, è stata presentata l’Environmental Seismic Intensity Scale (ESI 2007), il nuovo metodo, studiato a livello internazionale, che classifica gli effetti sismici in dodici gradi, integrando e sostituendo le scale già in uso. Un ruolo da protagonista, nella realizzazione di questo importante studio lo ha recitato, insieme al Servizio Geologico d’Italia presso l’APAT e al CNR, anche l’Università dell’Insubria.
Grazie a ESI 2007 quindi, i terremoti non si misurano più solo in base ai loro effetti su edifici, città e infrastrutture, ma anche tenendo conto degli effetti sull’ambiente. In questo modo, sarà più facile prevenire le catastrofi causate dai sismi, come quelle che il nostro Paese ha vissuto nel passato, con migliaia di morti e miliardi di euro di danni.
La nuova scala consente anche una migliore valutazione dell’intensità sismica nell’area interessata, che viene stimata a partire da quella dei terremoti storici, consentendo, con l’esame degli effetti sull’ambiente, di confrontare eventi avvenuti in epoche diverse e prevenire quelli futuri.

Share

On novembre 7th, 2007, posted in: News università by
No Responses to “Uninsubria da terremoto”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus