registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Tutti all

Quest’anno tutti all’università! Ma tutti nel vero senso della parola!
Sarà la crisi nera del mondo del lavoro che imperversa ormai da anni nel nostro Paese o sarà forse questione di “moda”, sta di fatto che quest’anno il numero di iscrizioni ai test d’ingresso negli atenei italiani è aumentato a dismisura. E non solo nella facoltà di medicina, di cui tutti parlano.
In alcune università si tratta di numeri spaventosi: l’ateneo palermitano, in cui già lo scorso anno gli iscritti ai test d’ingresso furono 25.157, quest’anno ha registrato un ulteriore aumento del 10%. Sono 27.424 i candidati ai test di accesso dell’università siciliana: una cifra incredibile se si pensa che l’anno scorso gli immatricolati sono stati circa 8.200. E se si citano i casi delle singole facoltà si capisce ancora più a fondo quanto la situazione sia grave: rispetto all’anno scorso, il maggiore incremento riguarda la facoltà meno numerosa, agraria, che vede svettare i suoi candidati ai test da 273 a 528, con una crescita del 93%. Seconda per incremento giurisprudenza, che con le sue 2.344 iscrizioni ai test cresce del 27 per cento (l’anno scorso erano stati 1.843). Terza la facoltà di farmacia, che passa da 773 a 915 candidati (più 18 per cento), seguita a ruota dal più 17 per cento di scienze matematiche fisiche e naturali (da 3.385 a 3.581). Tutte in crescita le altre facoltà, tranne lettere, che subisce un netto calo, 21 per cento, (da 2.985 a 2.373 iscritti ai test), e scienze politiche, che cala del 22 per cento (da 710 a 556).
Di queste facoltà alcune che prevedono un test non selettivo, consentiranno dunque l’accesso a tutti gli iscritti al test, altre, che prevedono una prova d’ingresso selettiva, escluderanno almeno l’80% dei candidati.
Ma il boom non interessa solamente Palermo. A Torino i nuovi iscritti crescono del 12% al Politecnico e del 7 alla Statale. Se l’anno scorso gli aspiranti ingegneri al PoliTo si sono fermati a 5mila, quest’anno hanno toccato quota 5.800, più 16% rispetto al 2009. In via Po sono stati 16.549 gli iscritti ai test dei corsi a numero chiuso.
Boom di prescrizioni anche in poli minori come la Cattolica di Campobasso dove gli aspiranti medici sono 570 (per 100 posti), ben il 50% in più rispetto al 2009.
Sono 6.671 gli iscritti ai test d’ammissione selettivi e non all’Università di Pavia: rispetto all’anno scorso più 12,5% a medicina, più 10 a ingegneria, più 5,73 a psicologia e 3,5 a odontoiatria.
Ma siamo sicuri che tra cinque anni, quando il sistema accademico “sfornerà” migliaia e migliaia di neodottori, il mercato del lavoro nostrano sarà in grado di recepire e impiegare tutte queste risorse?
Share

On settembre 3rd, 2010, posted in: News università by
No Responses to “Tutti all”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus