registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Torino, G8: scontri annunciati

Era stata preannunciata e, puntualmente, si è manifestata in tutto il suo vigore.
Stiamo parlando dell’Onda Anomala degli studenti presenti al G8 University Summit, decisi a far sentire la propria voce di protesta nei confronti dei rettori provenienti dai paesi più influenti del globo, riunitisi presso la facoltà di Architettura di Torino.
Sono alcune migliaia secondo gli organizzatori, e proprio in queste ore stanno componendo il corposo corteo diretto verso il Castello del Valentino. “Vogliamo un corteo comunicativo e non violento” hanno scritto gli studenti su alcuni striscioni. Qualche scontro però si è verificato, sia ieri, sia in giornata, ma il cordone delle forze dell’ordine ha retto l’urto di alcuni esagitati che hanno voluto manifestare il dissenso con atti di puro vandalismo.
Molte saracinesche abbassate per precauzione nel centro della città, controlli preventivi su alcuni pullman di studenti provenienti dalle principali città italiane e molti slogan di protesta.
“Un’altra onda, un’altra volta. Voi il fallimento del presente, noi l’anomalia del futuro” si poteva leggere su uno dei molti striscioni che svettavano sul corteo. Chiara l’intenzione da parte degli studenti di esprimere dissenso nei confronti della manifestazione, ritenuta “fallimentare in quanto influenzata da esigenze di mercato e da logiche aziendali, lontane dalle reali problematiche studentesche.”
E mentre gli striscioni ironizzano anche sul rettore del Politecnico torinese, fra gli organizzatori dell’evento, (“A Torino c’è Profumo di marcio), lo stesso apre le porte al dialogo con gli studenti.
Bisogna poi valutare se questi siano disposti a sedersi a tavolino per affrontare il dialogo.

Il video degli scontri di ieri:

[youtube:http://http://www.youtube.com/watch?v=Z7Qu9F43z2E]

Share

On maggio 19th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Torino, G8: scontri annunciati”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus