registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Telethon per la ricerca scientifica piemontese

In tempi di crisi per la ricerca, una notizia in ..controtendenza è quella relativa al cospicuo piano di investimento (e, dunque, in fiducia) che Telethon fa nei confronti della ricerca scientifica piemontese. Sono infatti stati assegnati dalla Commissione medico scientifica internazionale della Fondazione (vd. link www.telethon.it) i fondi 2010 per le malattie genetiche: tre i laboratori piemontesi che hanno meritato un finanziamento, per un totale di 715 mila euro. In particolare, quattro i gruppi di ricerca piemontesi impegnati nella lotta alle malattie genetiche che hanno meritato un finanziamento (salgono così a 9,1 milioni di euro i fondi totali stanziati ad oggi da Telethon in Piemonte). In primo luogo, Massimo Santoro, giovane ricercatore dell’Università di Torino, al suo primo finanziamento Telethon, si concentrerà su una rara forma di cecità progressiva di origine genetica, la distrofia del cristallino di Schnyder, caratterizzata dall’accumulo di colesterolo e fosfolipidi nella cornea e, in qualche caso, dalla concomitanza di gravi problemi cardiovascolari. Sempre all’Università di Torino, Alfredo Brusco prenderà parte a un progetto incentrato sullo studio dei meccanismi, ancora sconosciuti, alla base della leucodistrofia autosomica dominante: questa grave malattia genetica porta alla perdita progressiva della sostanza bianca del sistema nervoso e si manifesta con disturbi motori e gravi alterazioni del sistema cardiovascolare Infine, Antonio Amoroso è parte di un progetto multicentrico così come all’Università del Piemonte Orientale Andrea Graziani studierà, grazie ai fondi Telethon, la malattia linfoproliferativa legata al cromosoma X, una malattia genetica del sistema immunitario. In totale, sono 12,3 milioni di euro – 2,3 milioni in più rispetto al 2009 – i fondi stanziati quest’anno da Telethon per progetti di ricerca che si svolgeranno in istituti di ricerca pubblici o privati non profit. Con questi fondi sono stati finanziati 40 progetti incentrati su diverse patologie di origine genetica, che coinvolgeranno ben 73 laboratori di ricerca distribuiti sull’intero territorio nazionale, oltre al primo anno di 3 programmi di ricerca multicentrici. «Siamo molto soddisfatti di questo risultato» ha dichiarato Lucia Monaco, direttore scientifico di Telethon. «Quest’anno abbiamo potuto premiare un maggior numero di progetti rispetto al 2009, riportando la percentuale di successo vicina al 20%, che è considerato il valore ideale in cui si colloca l’eccellenza e da cui l’anno scorso, per limitatezza di fondi, ci eravamo allontanati significativamente».
Share

On luglio 28th, 2010, posted in: News università by
No Responses to “Telethon per la ricerca scientifica piemontese”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus