registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Tagli alla biblioteca? E noi ci auto-tassiamo!

C’è chi dalla crisi si fa spaventare e chi la affronta di petto, come gli studenti di Trieste. Per far quadrare i conti, infatti, l’università ha dovuto tagliare i fondi per le 19 biblioteche d’ateneo, in cui l’orario di apertura è stato ridotto da 48 a 32 ore settimanali. Una brutta botta soprattutto per chi usa la biblioteca come aula studio (in alcune facoltà non ci sono altri luoghi adibiti). Niente panico però tra gli studenti, che hanno deciso di destinare parte dei fondi che il Cda dell’università assegna ogni anno ai rappresentanti delle singole facoltà per finanziare il prolungamento dell’orario. Un’idea partita da Lettere e Filosofia, che – dopo l’approvazione del Consiglio degli studenti – dovrebbe ora estendersi a tutte le facoltà. Spiega Paolo Prelazzi, presidente del Consiglio degli studenti di Trieste: «Abbiamo già dato mandato ai rappresentanti di valutare le singole situazioni e intervenire là dove è necessario. In pratica, ci tassiamo da soli, usando finanziamenti che sarebbero stati destinati ad altre attività». Responsabili e volenterosi. In due parole, studenti perfetti.

Share

On marzo 2nd, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Tagli alla biblioteca? E noi ci auto-tassiamo!”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus