registration





A password will be e-mailed to you.

Studio, quindi, pago (l’affitto)

Sovraffollamento, speculazioni, affitti in nero: il problema dell’alloggio per gli universitari fuori sede continua ad essere un’affilatissima spada di Damocle che mina il diritto di accesso alla formazione superiore e scoraggia la mobilità studentesca.
Prezzi alle stelle, contratti poco trasparenti, mancanza di un canale di comunicazione ufficiale fra domanda e offerta trasformano la caccia al posto letto in una caccia alle streghe anche per i giovani  più motivati.
La necessità aguzza l’ingegno, certo.
Ma nel frattempo ci pensa Banca Intesa. L’altra faccia di IntesaBridge, primo prestito d’onore introdotto in Italia con l’intervento di Fondazione Cariplo e di alcuni politecnici italiani, si chiama, infatti, Universithouse.
Il principio è sempre quello del finanziamento agli studenti meritevoli, selezionati dagli atenei che aderiscono all’iniziativa. Stessi promotori, stesso fondo di garanzia, stesse condizioni di rimborso: 96 rate mensili a tasso fisso diluite in otto anni.
Gli universitari fuorisede scelti dai Politecnici di Milano, Torino e Bari, in possesso di un regolare contratto d’affitto, potranno demandarne il pagamento a Banca Intesa, con rinnovo annuale del prestito per un massimo di tre anni.
E’ l’ennesimo gol dell’ormai affiatato team Intesa, Cariplo politecnici, lanciatissimi nella proposta di iniziative sussidiarie al diritto allo studio. "Per estendere questo strumento dove ce n’è bisogno" dichiara Corrado Passera, è necessaria la collaborazione di chi condivide con noi la centralità dello sviluppo del capitale umano, per un Paese più equo e più competitivo". Manco farlo apposta, le disponibilità a collaborare fioccano in quantità dai principali protagonisti del tessuto sociale interessato: Fondazione Rui, Fondazione Ceur, Fondazione La Vincenziana, Reset, MeglioMilano e Assoedilizia, hanno già chiesto di partecipare al progetto concorrendo a una sua diffusione sempre più mirata e capillare.

Share

On ottobre 24th, 2005, posted in: News università by
No Responses to “Studio, quindi, pago (l’affitto)”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus