registration





A password will be e-mailed to you.

Sapienza: l

Un piano edilizio per un’Università più a misura di studente. Cambiamenti in vista alla Sapienza, primo ateneo in Italia e in Europa per numero di iscritti che da tempo hanno superato le 140.000 unità. Dopo anni trascorsi all’insegna della carenza di spazi e di facoltà arrangiate in strutture non universitarie (vedi alla voce sale cinematografiche) per il primo ateneo romano si prospetta un futuro all’insegna del decentramento e dello sviluppo edilizio. Il nuovo piano di assetto dell’ateneo è stato presentato negli scorsi giorni dal Rettore Renato Guarini e dal delegato alle Politiche edilizie Roberto Palumbo, preside della Facoltà di Architettura “Valle Giulia” e autore del progetto.
Niente più automobili nell’area centrale della città universitaria dove invece sorgerà una zona pedonale. Posteggi interrati nel perimetro della sede principale dell’ateneo. Costruzione e recupero di residenze universitarie per un totale di 3.000 posti letto, sviluppo dei poli federati dell’Università lungo tre direttrici cittadine e una Torre di ricerca presso l’Ospedale S.Andrea. Sono questi i punti chiave del programma edilizio della Sapienza che comprende trenta iniziative suddivise in sei macro aree territoriali di intervento: Città universitaria e spazi limitrofi, quartiere San Lorenzo, direttrice Tiburtina-Prenestina, direttrice Nord-Orientale, direttrice Nord-Occidentale e poli decentrati.
In questo primo anno di Rettorato collegiale abbiamo affrontato anzitutto le emergenze,  razionalizzando la distribuzione degli spazi esistenti e mettendo fine all’utilizzo delle sale cinematografiche per le lezioni – spiega il Rettore Renato Guarini -. Ma abbiamo anche dato impulso alla programmazione degli interventi di medio e lungo periodo in un’ottica di riqualificazione e di decentramento della Sapienza. Ad oggi la disponibilità di spazi per ciascuno studente è pari a 3,5-4,5 metri quadri, una media inferiore agli standard europei. Con il nuovo piano in circa sei-otto anni si dovrebbe arrivare a 10 metri quadri: la superficie totale dell’ateneo passerà dai circa 349mila metri quadri di oggi a 600mila. Sono infatti previste numerose nuove acquisizioni immobiliari come quella dell’ex edificio della Zecca all’Esquilino o delle Poste a S. Lorenzo. E’ previsto anche un ampliamento del polo esterno di Latina.

Share

On gennaio 30th, 2006, posted in: News università by
No Responses to “Sapienza: l”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus