registration





A password will be e-mailed to you.

Sapienza: corrente e energia termica si producono in facolt

Autosufficienza energetica. E’ questa la parola chiave che sta alla base del nuovo progetto per l’approvvigionamento di corrente elettrica ed energia termica dell’ateneo romano la Sapienza. Un’Università che guarda al futuro pensando a se stessa come ad un’isola autonoma sul piano energetico.

Oggi le strutture dell’ateneo, il più grande d’Italia e d’Europa, consumano 20.000 Mega Watt ore all’anno per un costo totale, a carico delle casse dell’istituzione, pari a 6 milioni di euro per l’elettricità e a 1 milione di euro per il riscaldamento. Una situazione destinata a cambiare grazie al progetto messo a punto dal gruppo di lavoro del professor  Livio De Santoli, Energy Manager  dell’ateneo. Un programma presentato oggi alla presenza del rettore Renato Guarini che  prevede la creazione e l’utilizzo nel futuro prossimo di impianti di piccola dimensione capaci di alimentare l’area dell’intero quartiere universitario con fonti di energia alternativa. Ovvero quella fotovoltaica, il biogas e le biomasse, i gassificatori a combustibile derivato dai rifiuti, l’eolico territoriale. All’interno della città universitaria saranno previste otto zone, ognuna dotata di propri impianti di produzione che permetteranno agli edifici di produrre elettricità per il proprio fabbisogno, compreso il condizionamento nei mesi estivi. Il tutto combinando un ingente risparmio sulla bolletta alla possiblità di produrre energia pulita. La produzione in surplus potrà inoltre essere ceduta alle zone dell’ateneo che ne hanno meno, veicolando l’energia sotto forma di elettricità, oppure immagazzinandola come idrogeno, combustibile pulito utilizzabile anche per la locomozione. Le zone saranno integrate in un sistema a rete, analogo a quello che collega nel web i computer di tutto il mondo. Tra le proposte di sperimentazione più avanzate, è già ai nastri di partenza quella relativa all’impianto a microturbina previsto nella zona di Botanica, per il quale è già stato attivato il finanziamento del Ministero dell’ambiente pari a 300.000  euro.

Share

On febbraio 6th, 2006, posted in: News università by
No Responses to “Sapienza: corrente e energia termica si producono in facolt”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus