registration





A password will be e-mailed to you.

Mussi: La manovrina va corretta

Mussi non ci sta. E lo fa sapere a voce alta, ricordando che se il taglio all’università non dovesse essere corretto è pronto a dimettersi dopo poco meno di tre mesi dall’insediamento del nuovo esecutivo. “Il presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Guido Trombetti, il rettore dell’Università Roma Tre, Guido Fabiani, e le decine di rettori e direttori di enti pubblici di ricerca che mi hanno chiamato protestando con dignità hanno ragione: il taglio del 10% delle spese di gestione degli Atenei e degli Enti pubblici di ricerca previsto dalla manovrina è un errore”. Le parole del ministro dell’Università Fabio Mussi non lasciano dubbi sulla propria posizione assai critica nei confronti del documento di programmazione economica e finanziaria del governo italiano. “È una decisione – proseguo l’esponente diessino – che contrasta con il programma dell’Unione e con le dichiarazioni programmatiche di Prodi alle Camere. È del tutto evidente che la legge finanziaria per il 2007 deve correggere l’errore. Nessuno si aspetta miracoli e abbondanza ma se l’Italia, di fronte alla tendenza esplosiva globale, della spesa in ricerca e formazione superiore, annuncia provvedimenti di definanziamento, il mondo ride e noi piangiamo. Lo si potrebbe fare – conclude Mussi – ma si tratterebbe di un’altra politica. Nel qual caso ci vorrà un altro Ministro”.
Share

On luglio 26th, 2006, posted in: News università by
No Responses to “Mussi: La manovrina va corretta”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus