registration





A password will be e-mailed to you.

Matematico o giallista?

Matematico o giallista? Questo è il dilemma! C’è un nesso tra la matematica ed i romanzi gialli? E’ quanto si chiede Carlo Toffalori, docente di Logica Matematica dell’Università di Camerino, appassionato lettore ed ora anche scrittore.
E’ lui, infatti, l’autore del libro “Il Matematico in giallo” (Ugo Guanda Editore) nel quale, con la sua lente di «scienziato», scruta Sherlock Holmes e il dottor Watson, Agatha Christie e Hercule Poirot, Nero Wolfe e Archie Goodwin, Simenon e il commissario Maigret, ma anche Poe e Borges, gli scacchisti e le macchine pensanti, e altro ancora.
Secondo il prof. Toffalori, i romanzi polizieschi classici, e i loro protagonisti, privilegiano lo sviluppo logico della storia e un’indagine basata sulla finezza delle deduzioni e sul ragionamento. E logica e ragionamento richiamano ovviamente la pratica della matematica.
Ma chi si serve meglio della matematica, i delinquenti o i poliziotti?
Grazie a questo libro si può scoprire che la matematica può mettersi al servizio del bene come del delitto, che esistono investigatori matematici come assassini matematici e soprattutto che la «regina delle scienze», con la sua apparenza di ineffabile razionalità, non è fredda e onnipotente come in genere si immagina, ma è soggetta alle stesse passioni, agli stessi fremiti e a volte agli stessi orrori dei comuni mortali.
Carlo Toffalori è nato a Firenze nel 1953 e dal 1989 insegna Logica Matematica all’Università di Camerino. Dal 2006 è presidente dell’associazione italiana di Logica e Applicazioni. Ha scritto vari manuali universitari ed è autore di articoli e libri di divulgazione della matematica.
Il libro sarà presentato in ateneo, presso il Dipartimento di Matematica e Informatica (in Via Madonna delle Carceri a Camerino) il prossimo 12 febbraio alle ore 16:30. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.

Share

On gennaio 31st, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Matematico o giallista?”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus