registration





A password will be e-mailed to you.

L’open source della Tuscia

Proprio mentre si accende la discussione sull’alto prezzo dei libri di testo universitari, dall’Università della Tuscia arriva una iniziativa che decisamente va controcorrente. Il master universitario in “E-learning” organizzato dall’ateneo viterbese è infatti forse il primo in Italia ad aver deciso di distribuire gratuitamente a tutti gli interessati (e non solo agli iscritti) tutti i propri materiali didattici: dispense, lezioni in video e audio, tutoriali. La distribuzione di questi materiali, disponibili in formato elettronico, avviene a partire da quest’anno accademico attraverso il sito del master, all’indirizzo http://masterel.unitus.it, anche grazie alla collaborazione del consorzio interuniversitario CASPUR e del progetto Medita di RAI Educational, e corrisponde a una filosofia molto diffusa nel mondo anglosassone e che inizia a prendere piede anche in Italia: quella dell’accesso aperto (open access) alle risorse legate alla ricerca, alla cultura e alla formazione. Ma distribuire gratuitamente i materiali didattici e le lezioni di un corso universitario non rischia di danneggiarlo, riducendo le iscrizioni? I responsabili dell’iniziativa sono convinti di no: da un lato, infatti, il costo del master è volutamente assai contenuto; dall’altro vi è la convinzione che il vero valore aggiunto dell’iscrizione sia rappresentato dal poter lavorare su questi materiali in forma guidata e in un ambiente studiato per ottimizzare il lavoro collaborativo. Proprio per questo il master usa strumenti avanzati di interazione via rete che consentono la partecipazione ai corsi, attraverso aule virtuali, a corsisti provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Share

On ottobre 9th, 2007, posted in: News università by
No Responses to “L’open source della Tuscia”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus