registration





Verrà spedita una password via e-mail.

L’eredit

Ha lasciato tutti i suoi beni – proprietà immobiliari e risparmi – alla facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo, per finanziare borse di studio per giovani ricercatori in memoria del figlio. Angela Giacalone, docente di Algebra e Geometria nella facoltà, scomparsa pochi giorni fa a 66 anni dopo una vita spesa per la didattica e la ricerca, ha lasciato nel testamento la volontà di perpetuare il ricordo del suo unico figlio, Francesco Agostaro, scomparso prematuramente l’anno scorso, attraverso il sostegno all’impegno scientifico di altri ragazzi.
Al giovane, brillante assegnista di ricerca in Ingegneria informatica, la facoltà aveva intitolato un premio di tremila euro, messi a disposizione dalla madre, destinato alla migliore tesi di laurea del corso magistrale in Ingegneria informatica per i sistemi intelligenti. La professoressa Giacalone ha nominato esecutori testamentari due colleghi: Salvatore Gaglio, docente di Intelligenze artificiali, e Tommaso Brugarino, di Fisica matematica.
“L’Università – spiega il prof. Gaglio – farà di tutto per mettere a frutto nel modo migliore possibile i beni lasciati dalla professoressa Giacalone”. La facoltà valuterà adesso insieme con l’Ufficio legale e l’Ufficio Patrimonio dell’Ateneo la strada migliore per massimizzare la resa dell’eredità.
Il giovane aveva svolto il suo dottorato di ricerca proprio sotto la guida del professore Gaglio: “Uno studioso di grandi qualità – racconta – che è scomparso drammaticamente poche settimane dopo essere diventato assegnista di ricerca. La madre, affranta dal dolore, ha pensato subito di istituire la borsa di studio a suo nome, cercando nel ricordo del figlio una ragione di vita”. La professoressa, ricordata da generazioni di studenti per il suo rigore scientifico e il suo attaccamento al lavoro, aveva iniziato a insegnare Geometria nell’Ateneo palermitano negli anni Sessanta subito dopo la laurea. Negli anni Ottanta, era diventata associato del dipartimento di Metodi e modelli matematici. Tra le sue principali pubblicazioni, quella sul calcolo della analisi e sulle teorie dell’approssimazione. Ha insegnato fino al marzo del 2006, quando è andata in pensione dopo trentasei anni di docenza.

Share

On gennaio 9th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “L’eredit”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus