registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Laureati in finanza. No future?

Stop, finish. E i recruiters di Wall Street cancellarono dalla memoria le università americane. A fronte della crisi finanziaria di questo periodo i protagonisti della borsa statunitense hanno scelto di posticipare o addirittura di cancellare incontri e conferenze programmate nelle università. E si trattava di atenei d’elite, come Princeton, Harvard e Stanford. È successo quindi che J.P. Morgan, Lehman Brothers, Deutsche Bank e altre hanno cancellato le sessioni di recruitment nelle università a partire dall’inizio del semestre. Per il momento, secondo il New York Times, gli studenti di economia e finanza delle università top class sono fiduciosi nel loro futuro, credono in una ripresa dei mercati. E soprattutto credono in se stessi. Afferma Adam Hallowell di Harvard: << ci è sempre stato detto che cambieremo più volte carriera nel corso della nostra vita. Siamo preparati a cambiare direzione, quindi sarà difficile trovarci impreparati >>. E su questa lunghezza d’onda si trovano anche studenti di altri atenei. Meno ottimista è Ronald Storch, partner di un’impresa di contabilità: << 2 anni fa c’era un’elevata domanda e l’offerta non è riuscita a colmarla. Ora la situazione si è ribaltata: la domanda non offre le stesse opportunità di allora >>. Quindi, la situazione è questa: da Wall Street giungono brutte notizie, i cordoni della borsa si stringono e calano i posti per i rampolli nascenti della finanza. Giovani senza futuro? Tra loro un pizzico di ottimismo comunque c’è.

Share

On ottobre 17th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Laureati in finanza. No future?”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus