registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Laurea in Lombardia? Pi

Per il laureato triennale degli atenei lombardi è più facile trovare lavoro rispetto ai colleghi delle università di altre regioni italiane. Lo dice l’indagine occupazionale post laurea dell’iniziativa interuniversitaria Stella (Statistiche sul tema laureati & lavoro in archivio on-line). La rilevazione, presentata a Milano in Assolombarda nell’ambito del convegno “Il mercato del lavoro per i laureati”, presenta i dati relativi a 14 atenei, 10 dei quali lombardi. Infatti oltre alle università che da sempre fanno parte di Stella (Bergamo, Brescia, Insubria, Milano Bicocca, Milano Statale, Pavia) quest’anno hanno aggiunto le proprie statistiche anche la Bocconi, la Cattolica, il Politecnico e la Iulm. Per un quadro davvero completo. Quadro che vede appunto il laureato triennale trovare occupazione (54% contro il 44% del dato Stella nazionale), comunque proporsi sul mercato del lavoro in misura maggiore rispetto alla media nazionale (61,3% contro il 55,3%). Per quanto riguarda i tempi, in Lombardia il laureato triennale entra nel mondo del lavoro quattro mesi e mezzo dopo la laurea, mentre il dato nazionale si assesta sui cinque mesi. A riprova che questo tipo di corso è meglio percepito nel territorio lombardo come traguardo finale rispetto al dato nazionale, c’è anche il fatto che la percentuale dei triennali che decidono di proseguire a tempo pieno negli studi universitari è più bassa (36,7%), rispetto a quanto avviene nel resto d’Italia (42,2%). Poca o nessuna differenza invece per quanto attiene i contratti e i salari, che si attestano tra i 1.000 e i 1.500 euro. Dato in positivo anche per i laureati delle specialistiche: quasi il 92% di loro a circa un anno dalla laurea si presenta sul mercato del lavoro e di questi lavora l’86,8% rispetto all’82,5% del dato Stella nazionale. “Esiste un’eccellenza lombarda della formazione universitaria che merita di essere evidenziata e valorizzata”, dice Alberto Meomartini, consigliere incaricato per scuola, formazione e università di Assolombarda. “I dati disegnano un sistema universitario lombardo in buona salute e anche le indagini condotte da Camera di commercio, Confindustria e Assolombarda confermano che la nostra regione si pone al di sopra dei dati medi nazionali”.

Share

On ottobre 27th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Laurea in Lombardia? Pi”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus