registration





Verrà spedita una password via e-mail.

L

A distanza di quasi due settimane dal tremendo terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo si fa sentire la voce degli studenti, in particolare di quelli della facoltà di medicina e chirurgia dell’università di L’Aquila.
Mercoledì 8 aprile la preside Cifone ha inviato una mail a tutti i suoi studenti, spronandoli alla rinascita e garantendo il massimo impegno per dare ai laureandi la possibilita di studiare e sostenere gli esami. Da allora sono decine le lettere di risposta giunte alla docente, che in seguito ha scelto di diffonderle in rete, a testimonianza dell’affetto degli studenti e della loro voglia di riprendere gli studi.
Di seguito Campus, riporta qualche stralcio delle oltre venti pagine «redatte» dagli studenti di medicina. Le mail sono indirizzate alla preside e al rettore Di Iorio, provenienti da studenti aquilani, fuorisede, e ex universitari, uniti nel sostegno e nel ringraziamento all’università.
Anna, studentessa di scienze infermieristiche è fermamente convinta che «L’Aquila deve ripartire da qui: dall’Università e dall’Ospedale San Salvatore. Gli oltre 20mila studenti, giovani e meno giovani, si sentono tutti appartenenti a quella grande famiglia che è Univaq». C’è chi, suo malgrado, afferma che: «ho cercato di rendere in pratica tutte le nozioni apprese in questi anni tra i banchi», come Gianluca, studente di Medicina. E ancora, c’è chi si rivolge direttamente alla preside, come Federica, studentessa fuori sede: «Le sue parole a soli due giorni dalla tragedia sono state come uno spiraglio nelle tenebre, uno spiraglio che si allarga sempre di più, giorno dopo giorno, con nuove comunicazioni che vedo pubblicate sul portale. Ha trasmesso la sua voglia di ricominciare alla maggior parte di noi studenti. Mi sento rincuorata nel sapere che a breve potrò sostenere l’esame di anatomia per cui avevo studiato per il 7 aprile!».
C’è chi come Genni, si limita a dire: «non abbandoneremo L’Aquila e ce la faremo!». Eleonora si complimenta con preside e rettore e con «tutti coloro che si stanno mobilitando affinchè non vengano spezzate le ali al nostro futuro». E intanto, da Enzo arriva un altro: «ce la faremo». Antonio aggiunge «non siete soli, continuiamo così». Rossella, infonde parole di conforto per la prof Cifone: «abbiamo voglia di ricominciare e anche bisogno di farlo, coraggio preside». Gli fa eco Gabriele: «il contributo di noi studenti vi aiuterà in questa grande sfida».
Il cartello nella foto di Damiano Fedeli sembra indicare la via giusta, quella intrapresa dall’Univaq e dai suoi studenti.

Share

On aprile 17th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “L”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus