registration





Verrà spedita una password via e-mail.

La selezione del personale? Si fa col business game

Il reality direttamente dentro le aule universitarie. Non è la nuova frontiera dell’intrattenimento televisivo, ma la particolare idea proposta da Procter & Gamble nell’ambito del suo processo di selezione del personale.
Si chiama infatti Top Manager il business game che offrirà a 3 studenti della Bocconi uno stage retribuito proprio all’interno dell’azienda. Ma se nei reality vince chi è scelto dal pubblico, qui  gli studenti finalisti, selezionati dai managers P&G, si confronteranno in prove, ad eliminazione diretta, di analisi, vendita e problem solving.
Le novità del business game, però non sono tutte qui. I concorrenti  (nella sua fase finale che vedrà opporsi due team composti ciascuno da 3 studenti) non dovranno convincere delle proprie capacità una platea vasta ed invisibile, ma una persona sola. E forse la più importante. In questo caso si tratta di Sami Kahale, il general manager dell’azienda che proporrà al team vincitore un’esperienza formativa direttamente negli uffici dell’azienda che vanta ad oggi già 4000 dipendenti sparsi per le varie sedi italiane.
A seguire il tutto una troupe che darà modo di vedere in live streaming sul sito dell’ateneo milanese le varie fasi legate alla gestione di reali casi aziendali. Top manager è destinato a laureandi e tesisti della Bocconi: per partecipare occorre iscriversi al sito http://www.pgcareers.com/ dal 17 al 25 novembre. Dopo alcune fasi di selezione i fortunati 18 approderanno alla finalissima del 10 dicembre.
Share

On novembre 17th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “La selezione del personale? Si fa col business game”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus