registration





A password will be e-mailed to you.

La salute prima di tutto

Uno studio sui disastri e sui rischi quotidiani legati all’ambiente.
A realizzarlo è l’Università di Trieste, che sta rappresentando l’Italia al convengo internazionale Change on borders di Dusseldorf. Nei prossimi giorni il prof. Enzo Kermol e le assistenti Francesca Vianello e Jasna Leghissa mostreranno il progetto Risk and innovation, realizzato dai ricercatori triestini relativamente a tre aree d’intervento: l’inquinamento industriale, l’impatto ambientale e i rischi per la salute.
Nello studio di ricerca sono stati presi in considerazione le fonti d’acqua, con particolare attenzione al caso tranfrontaliero del fiume Isonzo, gli impianti nucleari poco sicuri e l’introduzione nell’agricoltura giuliana di prodotti Ogm.

Grazie alla collaborazione di ben 25 partner europei, i ricercatori dell’Università di Trieste hanno preso in analisi i rischi per la salute legati a problematiche importanti quali l’influenza aviaria, il morbo di Lyme, i rischi causati dal passaggio illegale dei confini e addirittura il traffico di esseri umani.

Share

On ottobre 2nd, 2006, posted in: News università by
No Responses to “La salute prima di tutto”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus