registration





A password will be e-mailed to you.

IntesaBridge: una carriera d’onore

Ventiquattro ore: il tempo necessario a svoltare pagina, a scegliere una formazione di qualità, senza l’incubo del portafoglio vuoto e la rincorsa al doppio o triplo lavoro per sopperire ai costi degli studi. Il tempo necessario, insomma, a ottenere IntesaBridge, il primo vero prestito d’onore italiano concesso agli universitari del Belpaese. L’importo di 5mila euro l’anno, per un massimo di tre anni, viene erogato da uno dei 3.500 sportelli di Banca Intesa su tutto il territorio nazionale, senza alcuna richiesta di garanzia. Unica condizione, il benestare dell’ateneo referente che, sulla base del merito, vaglia le domande pervenute dai suoi iscritti. Diluita in otto anni la restituzione della somma, con 96 rate mensili a tasso fisso.

L’accordo, firmato il 30 giugno 2003 da Banca Intesa, Fondazione Politecnico di Milano e Politecnici di Bari, Milano e Torino, con l’intervento della Fondazione Cariplo nell’incremento del 50 per cento del fondo di garanzia, conta oggi la sottoscrizione di 22 università e istituti italiani. Un successo che si propaga a macchia d’olio lungo tutto lo stivale e che riscuote consenso ovunque. Il prestito piace, piace agli atenei aderenti, sempre più numerosi, ma piace soprattutto agli studenti, che finalmente trovano la serenità economica per dedicarsi full time al percorso formativo desiderato, scegliendo più responsabilmente l’indirizzo di studi anche dopo il conseguimento del titolo triennale. Dalla fase sperimentale del primo anno, infatti, le richieste sono passate da 528 a ben 1390, con eccellenti prospettive di crescita per il prossimo futuro.

“Giovani mammoni, genitori apprensivi, famiglie protettive? L’Italia ne è piena”, dice Giulio Ballio, rettore del Politecnico milanese. “IntesaBridge è uno strumento meritocratico e responsabilizzante, che promuove l’autonomia di scelta fra le nuove generazioni, stimolando a ottimizzare tempo e profitto”. Sì, perch

Share

On ottobre 24th, 2005, posted in: News università by
No Responses to “IntesaBridge: una carriera d’onore”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus