registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Inghilterra: i tagli preoccupano gli studenti

In Germania sono arrivati a spogliarsi per un calendario che sensibilizzasse l’opinione pubblica sul tema. Lo stile rigoroso degli inglesi magari impedirà una simile protesta, ma nel Regno Unito la preoccupazione che i 600 milioni di sterline previsti per i tagli all’università possano gravare sulle risorse destinate agli studenti (borse di studio, prestiti agevolati) è davvero sentita. Ne da notizia il Times Higher Educational, dopo i tagli decisi per il biennio 2011 – 2013 ed annunciati proprio la settimana scorsa da Alistair Darling, Cancelliere dello Scacchiere britannico.
Il timore degli studenti inglesi , in effetti, ha un suo fondamento. Un rapporto pubblicato dalla Confederation of British Industry all’inizio di questo anno, sostiene che le risorse destinate alle agevolazioni per gli universitari, rappresentino il 25% del finanziamento statale per l’istruzione superiore, una delle percentuali più alte in assoluto.
Le reazioni non si sono fatte attendere: Wes Streeting, presidente dell’Unione Nazionale degli Studenti, ha detto di voler "mettere in chiaro ai politici che in nessun caso gli studenti sono disposti a pagare di più per far fronte a questi tagli".
Insomma il tema è davvero caldo e Campus, sul numero di Dicembre attualmente nelle edicole, ha voluto approfondire la situazione italiana andando a sondare gli umori in alcuni dei più importanti atenei italiani: al centro dell’attenzione l’aumento delle tasse previsto in seguito ai tagli della Riforma Gelmini.
Share

On dicembre 17th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Inghilterra: i tagli preoccupano gli studenti”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus