registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Il rettore di Bologna:

“Gli studenti, dei semi-analfabeti”, è così che il rettore dell’Università di Bologna Ivano Dionigi ha dipinto le matricole degli ultimi anni in occasione dell’apertura delle lezioni a veterinaria.
Un fulmine a ciel sereno durante una cerimonia di facoltà, che ha riaperto il dibattito sulla qualità della scuola italiana e degli stessi studenti.
Alla fine della cerimonia il rettore ha rincarato la dose dicendosi preoccupato per la situazione dell’istruzione italiana: “I ragazzi arrivano all’università privi delle basi fondamentali: il saper parlare e scrivere”, ha commentato evidenziando lo stato altrettanto disastroso delle conoscenze matematiche e storiche delle matricole.
Il neo-rettore, da soli venti giorni in carica, punta tutto sulla qualità: “Le imprese dichiarano che i laureati arrivano impreparati nel mondo del lavoro”, prosegue Dionigi, “Per questo il mio obiettivo sarà il netto miglioramento della preparazione in tutte le facoltà”.
Pare un’impresa ardua in tempi di tagli, ma il rettore insiste sulla semplice necessità di maggior rigore e passione da parte degli stessi studenti. E se la prende ancora con la scuola: “Per rimanere al passo con il resto d’Europa dobbiamo puntare sulla scuola e sulla preparazione delle nuove leve”. E così, a detta del Magnifico, non si va da nessuna parte.

Share

On novembre 25th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Il rettore di Bologna:”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus