registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Grecia: l’Onda si abbatte sull’universit

Gli appelli alla calma lanciati dalla famiglia di Alexandros Grigoropoulos non sono bastati e Atene e Salonicco sono tornate ad essere teatro di scontri violenti tra studenti e polizia. Ad un anno dalla scomparsa del quindicenne greco, ucciso il 6 dicembre 2008 nel corso di una manifestazione studentesca, l’università ellenica è di nuovo al centro delle cronache di tutto il mondo. Le commemorazioni nella capitale, tappezzata di manifesti eloquenti (“non dimenticheremo, non perdoneremo”) hanno visto, durante lo scorso fine settimana, poco più di 3 mila studenti entrare in conflitto con gli agenti schierati per blindare la città. Risultato della due giorni di fuoco: circa 400 arrestati (tra cui anche 5 italiani) e 30 feriti. Nel corso degli scontri, i manifestanti hanno preso di mira in particolare la sede del Parlamento e quella dell’Università, dove il rettore Christos Kittas, individuato come simbolo principale della protesta, è stato ferito alla testa ma senza gravi conseguenze. Insomma da quello che doveva svilupparsi come un momento di riflessione e di ricordo per una vita spezzata troppo in fretta, il week end scorso in Grecia si è rivelato come un tentativo di vendetta nei confronti delle istituzioni. E se persino una partita di calcio è stata interrotta vuol dire che l’Onda studentesca ha avuto un impeto dirompente. Ma in questo caso forse, l’aumento delle tasse o i tagli all’istruzione che in Italia continuano a tener banco, non erano le priorità.

Le immagini degli scontri
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=3jXTjapL_gE]

Share

On dicembre 10th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Grecia: l’Onda si abbatte sull’universit”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus