registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Gli atenei al completo

170mila studenti inglesi potrebbero non riuscire ad assicurarsi un posto in università, causa il boom di iscrizioni, conseguenza della crisi economica e della difficile congiuntura internazionale.
La stima, fatta da rettori e operatori del sistema universitario britannico, la riporta il quotidiano The Guardian. Quest’anno niente iscrizioni last-minute in Gran Bretagna, gli atenei si sono dichiarati completi una settimana prima dell’apertura del sistema di clearing, che ha sempre permesso alle università la riassegnazione dei posti rimasti vacanti, in base al punteggio ottenuto nei test d’ingresso. Niente ripescaggio dunque, neanche per i migliori, coloro che nei test avevano ottenuto il massimo, il cosiddetto “A-level”.
Lo scorso anno accademico ben 48mila matricole sono entrate in ateneo grazie al sistema di clearing e ne sono rimaste escluse “solo” 130mila, ben 40mila in meno rispetto a questo 210/2011.
Un sondaggio sempre realizzato dal The Guardian, rivela che ben 38 atenei hanno dichiarato un aumento di domande di iscrizione dell’11%. Se gli altri anni a dichiararsi complete anzi tempo erano realtà come Oxford e Cambridge, quest’anno anche Birmingham, Bristol, Edinburgh, Warwick e altri atenei si sono già dichiarati full. Tutta colpa del boom d’iscrizioni? Come ha sottolineato il centro addetto alle ammissioni universitarie Ucas, quest’anno il numero di ammissioni è stato più esiguo rispetto agli anni precedenti. Ce ne chiediamo il motivo.
La crisi sarà pure del mercato, ma anche l’università non scherza.
Share

On agosto 24th, 2010, posted in: News università by
No Responses to “Gli atenei al completo”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus