registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Frammenti di vita da fuorisede fra le macerie dell

"Ho vissuto per anni in una Casa dello studente, a Roma. Fumetti, dischi, libri, riviste e montagne di fotocopie caratterizzano le abitazioni di ogni universitario. Vedere questi oggetti emergere tra le macerie mi ha fatto pensare che avrebbero potuto essere i miei o quelli di qualche mio amico".
Davide Colella, amante del mondo radiofonico dalla tenera età di cinque anni e laureato in scienze della comunicazione di massa, ha trascorso per lavoro tre giorni in Abruzzo, in qualità di giornalista, ovviamente per radio. E l’esperienza l’ha segnato, in particolare la vista dell’edificio simbolo del terremoto: «Una sensazione terribile», ricorda oggi, «al mio ritorno ho vissuto per un po’ in uno stato catatonico, ero devastato.
Quindi ho deciso di pubblicare queste mie foto in rete, per condividerle con i miei amici. Il mio obiettivo è quello di far vedere L’Aquila con i miei occhi, L’Aquila che ho vissuto io, offrire un altro punto di vista della città, immersa in un silenzio surreale».
Potete vedere gli album di Davide, con il nickname Kappolella, all’indirizzo:
http:www.flickr.com/photos/17707812@N00/sets
Share

On aprile 1st, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Frammenti di vita da fuorisede fra le macerie dell”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus