registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Dottori di ricerca: figure veramente innovative?

È stato presentato martedì 7 luglio all’Auditorium Assolombarda di Milano il convegno “Il dottore di ricerca: un motore di innovazione per le imprese?”, indagine occupazionale sui dottori di ricerca condotta nell’ambito dell’iniziativa interuniversitaria STELLA (Statistiche sul Tema Laureati & Lavoro in Archivio on-line).
L’indagine ha riguardato un campione di 3980 dottori di ricerca di sette atenei:le università statali di Bergamo, Brescia, Milano, Palermo, Pisa, l’Università degli studi di Milano-Bicocca e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.
I dati presentati non sono completamente rassicuranti ed evidenziano parecchi problemi nel funzionamento del sistema-dottorato in Italia.
Soltanto il 71,8% dei dottori ripeterebbe quest’esperienza, soltanto il 45,1% si dichiara soddisfatto dei contenuti della formazione ricevuta e, dato ancora più preoccupante, ad apprezzare l’organizzazione didattica del dottorato è soltanto il 28,6% del campione.
In effetti, dai dati presentati si evincono non poche carenze: nel 42,6% dei casi non erano previste lezioni, nel 4,1% seminari e conferenze e addirittura nel 60,7% laboratori.
Sono inoltre pochissimi i dottori che trovano la formazione e il titolo conseguito utile per l’ingresso nel mercato del lavoro, anche perch

Share

On luglio 7th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Dottori di ricerca: figure veramente innovative?”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus