registration





A password will be e-mailed to you.

Dottorandi, come back home!

Datemi un laboratorio e vi solleverò il mondo.

Un secolo fa lo diceva Louis Pasteur, oggi lo ripetono i giovani ricercatori. Per gli italiani è un grido unanime d’aiuto e, se inascoltati, i nostri ricercatori vanno alla ricerca di fondi e infrastrutture più avanzate, insomma di un laboratorio (già sono 6.000 negli Stati Uniti). Per fortuna, o meglio, per merito di alcune istituzioni private che dimostrano loro fiducia, alcuni scienziati stanno ricominciando a fare il percorso inverso, tornando in Italia a stabilire le proprie ricerche.

La Fondazione Giovanni Armenise-Harvard finanzia il rientro dei ricercatori italiani aiutandoli ad aprire i loro laboratori in Italia, grazie al programma Career Development Award. Il finanziamento totale ammonta a $ 150.000 per anno per tre a cinque anni e comprende un compenso commisurato alla posizione occupata presso l’istituto ospitante, gli stipendi per gli altri membri coinvolti nel programma di ricerca e i fondi annuali per le apparecchiature/infrastrutture.

Lo scopo dei programmi della Fondazione Giovanni Armenise-Harvard è di sostenere scienziati italiani dotati di particolari capacità, contribuendo alla creazione di nuove aree di ricerca nel settore delle scienze biologiche in Italia e favorendo più profondi rapporti di collaborazione tra gli scienziati italiani e la Harvard Medical School di Boston (HMS). La Fondazione fino a oggi ha investito oltre 12 milioni di dollari creando in Italia  9 laboratori per i beneficiari del Career Development Award, finanziando due PhD presso la Harvard Medical School e premiando 17 giovani giornalisti scientifici.

Share

On giugno 22nd, 2007, posted in: News università by
No Responses to “Dottorandi, come back home!”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus