registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Dalla parte dello studente

Quello che sarà pronto alla fine di giugno è il numero sette: da tanto, infatti, la Guida all’Università contiene una classifica degli atenei italiani, pubblici e privati. Ma non la solita classifica, come quelle tutte incentrate sull’efficienza contabile – criterio dominante il rating di un noto quotidiano economico.
Campus si picca, da tempo, di voler fare un rating «dalla parte dello studente», che tenga conto sì della virtuosità dei conti ma del fatto che questa virtù non sia raggiunta a discapito di chi studia. Un esempio? Nella classifica del «noto quotidiano», viene giustamente premiata la capacità di ogni ateneo di attrarre fondi diversi da quelli dello Stato.
Il nostro rating prende in esame l’incidenza del gettito dei contributi studenteschi sul totale delle entrate, il che significa bacchettare chi, sulla base di quanto ricavano, munge al massimo lo studente. Ed è su questa linea il parametro money for value che, semplicemente, incrocia il voto medio attribuito con l’importo dei contributi: della serie, quanto pago quel che mi si dà?
Last but not least – oltre ai parametri canonici (didattica, ricerca, internazionalizzazione, web, placement) – anche la voce «diritti». Alcuni atenei hanno carte, figure di garanti, posti in consiglio. Altri rifanno gli statuti escludendo i rappresentanti studenteschi dagli organi che contano.
Share

On giugno 30th, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Dalla parte dello studente”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus