registration





A password will be e-mailed to you.

Cooperazione: Unifi sostiene l’agricoltura irachena

Partono domani mattina dalla Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze, destinazione Iraq, due container. Trasportano macchine per la coltivazione e impianti per la lavorazione dei datteri, messi a punto dallo staff di ricerca del Dipartimento di Ingegneria agraria e forestale. All’arrivo, previsto per settembre, presso la base italiana di Nassirya, saranno messi in funzione con il supporto di personale dello stesso Dipartimento che seguirà anche la formazione pratica per i tecnici iracheni, proprio in coincidenza della campagna di raccolta dei datteri.
E’ questa una delle tappe di un progetto svolto dal Dipartimento fiorentino in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri (Task Force Iraq), che lo ha finanziato, con lo scopo di sostenere la produzione della palma da dattero e valorizzare i prodotti nella provincia del Dhi Qar. La zona ha una particolare vocazione per queste colture e conta oltre 420.000 piante.
Il nostro obiettivo– spiega Matteo Barbari, direttore del Dipartimento di Ingegneria agraria e forestale e responsabile dell’iniziativa – è quello di verificare la fattibilità di interventi per migliorare le tecniche di coltivazione, con l’introduzione di un’adeguata meccanizzazione, e per valorizzare il dattero nella fase successiva alla raccolta (essiccazione, trasformazione e conservazione)”.
Tra marzo e aprile scorso si è svolto a Firenze presso la Facoltà di Agraria un corso intensivo di formazione per quattro ingegneri agronomi iracheni, designati dal Direttorato Agricoltura e dall’Università del Dhi Qar. Al rientro in patria, i quattro tecnici hanno preparato la fase successiva del progetto, individuando le aziende e partecipando alla sperimentazione dei moduli di meccanizzazione e di trasformazione dei prodotti. Nel giugno scorso il prof. Barbari si è recato presso la base italiana di Nassiriya per concordare con le autorità militari italiane e con i tecnici iracheni le modalità di svolgimento delle attività successive e definire gli aspetti logistici.

L’azione – sottolinea Barbari – prelude ad un progetto di maggior respiro, volto al rilancio della filiera del dattero nella provincia del Dhi Qar, con esecuzione di interventi di miglioramento delle tecniche colturali, con la realizzazione di piani di controllo dell’attività irrigua e con la costruzione di edifici idonei alla lavorazione del prodotto e alla commercializzazione. Si tratta in definitiva di un intervento per stabilizzare la situazione e soprattutto per la ripresa economica e sociale di questo territorio”.
Info: www.unifi.it

Share

On agosto 3rd, 2006, posted in: News università by
No Responses to “Cooperazione: Unifi sostiene l’agricoltura irachena”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus