registration





A password will be e-mailed to you.

Come acqua sul fuoco

Guerra aperta al cancro.
La dichiarano, in coro, i ricercatori dell’Università di Padova, che hanno scoperto il RAS, il meccanismo attraverso il quale alcuni geni dello sviluppo dei tumori “decidono” di favorire la malattia.
Un vero e proprio enigma, risolto abilmente dal team padovano, che si è addirittura meritato una menzione sulla rivista Science. La chiave, scoperta dal prof. Stefano Piccolo e dal dott. Michelangelo Cordenonsi, risponde alla sigla p53: questo gene con la sua presenza agisce come l’acqua sul fuoco e fa in modo che RAS blocchi la crescita delle cellule maligne.
«In sostanza – ha spiegato il prof. Piccolo –  è la coesistenza nella stessa cellula di mutazioni sia in RAS che in p53 che definisce una cellula come tumorale, ovvero insensibile a tutti quei segnali, quali l’ormone oncosoppressore TGF-beta, che normalmente tengono sotto controllo lo sviluppo di neoplasie e che ci garantiscono la salute degli organi per molti anni».
Un risultato importante, per l’ateneo padovano ma soprattutto per la lotta ai tumori, che potrà trattare questa difficile malattia attraverso interventi più mirati rispetto al passato.

«La battaglia contro il cancro – ha affermato Piccolo – è lunga e piena di insidie. Ma una scoperta come quella di oggi segna una nuova e importante conquista per la biologia molecolare dei tumori».

Share

On febbraio 13th, 2007, posted in: News università by
No Responses to “Come acqua sul fuoco”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus