registration





A password will be e-mailed to you.

Coconut: miglior progetto in Eu!

Il gruppo di ricerca Esd del Dipartimento di Informatica dell’Università di Verona coordina 7 partner europei e 50 ricercatori. Il progetto è partito lo scorso gennaio e si concluderà nel 2010 con un budget totale di 3,2 milioni di euro, di cui 2,5 finanziati dalla Comunità Europea. Si presenta come miglior progetto europeo su 200 proposte nell’ambito del tema delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione del settimo programma quadro per i sistemi embedded di Coconut: cioè sistemi informatici che costituiscono il cuore di molte tecnologie in uso quotidiano: cellulare, navigatore satellitare, forno a microonde, antifurto dell’auto…sono tecnologie nascoste e personalizzate, immerse e progettate appositamente per una determinata applicazione che permettono il dialogo con altri sistemi informatici attraverso la connessione alla rete. Ma che cosa è Coconut??? Partito da Grenoble nasce nell’ambito dei bandi europei per la ricerca del 2007 con lo scopo di mettere a punto una metodologia e un insieme di strumenti informatici che permettonola progettazione e la verifica di sistemi embedded.il progetto è coordinato da Franco Fummi, ordinario di informatica alla facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’ateneo veronese con la collaborazione di Tiziano Villa e Graziano Pravadelli del gruppo Esd.nel team lavorano 7 partner europei per un totale di 50 ricercatori. Se la spiegazione non è chiaro si consiglia di consultare il sito http://esd.sci.univr.it  . Per chiarezza: i programmi quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico indetti dall’Unione Europea sono lo strumento comunitario principale per il finanziamento della ricerca in Europa. Avviati a partire dal 1984 sono programmi pluriennali.

Share

On febbraio 21st, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Coconut: miglior progetto in Eu!”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus