registration





A password will be e-mailed to you.

Chi molla e chi barcolla

Scienze MFN, Farmacia e Agraria sono le facoltà con il più alto tasso di abbandono degli studi dopo il primo anno. Sociologia, Lettere e Scienze della formazione guidano la classifica delle facoltà con il maggior numero di matricole che durante il primo anno di studi non danno esami.

Questi sono alcuni dei dati che emergono dall’ultimo rapporto sullo stato del sistema universitario redatto dal Ministero dell’università.

La Facoltà di Scienze, il cui dato percentuale di matricole inattive è nella media, supera tutti per quanto riguarda la percentuale di abbandoni (28,4%). Questo dato potrebbe essere parzialmente spiegato, oltre che dalla difficoltà delle discipline, dal fatto che alcuni studenti che non riescono a passare il test di medicina decidono di iscriversi a biologia o biotecnologie facendo un anno di transizione in attesa di riprovare il test l’anno successivo. Sul fronte delle matricole inattive Sociologia è insuperabile con il suo 30,3% (arriva invece al 20% per abbandoni), seguita da Scienze della formazione, Lettere e Filosofia e Giurisprudenza, in cui 19 studenti su 100 conservano immacolato il libretto dei voti al termine del primo anno. Economia ed Ingegneria si stanziano invece in una posizione centrale in entrambe le graduatorie (18% di abbandoni, 14% di studenti inattivi). Fanalini di coda (ma vere vincitrici di queste classifiche “al contrario”) sono Architettura, che ottiene il 7,5% in entrambi i campi, e Psicologia, che viene “abbandonata” soltanto da 4 studenti su 100.

Share

On febbraio 28th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Chi molla e chi barcolla”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus