registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Cepu: quello strano Ateneo

Quello che segue è il racconto di una nostra visita nella sede di Ateneo Formass, una delle tante società dell’impero  Polidori, il re della ripetizione, che su Cepu ha fondato il proprio regno (guarda qui l’intervista a Francesco Polidori).
Cepu è un costellazione societaria piuttosto diffusa e intricata che va dal business del recupero degli anni di studi alle superiori, con il marchio Grandi Scuole, a un’università privata vera e propria, la eCampus di Novedrate. In mezzo, con lo storico marchio Cepu, ci sono le numerose sedi dove, dietro notevole impegno di spesa, si viene preparati al superamento degli esami universitari.
Ateneo Formass è un controllata, peraltro molto pubblicizzata e con altisonanti testimonial, del Gruppo.
Come accade spesso fra le creature di Francesco Polidori è nata, nel 2007, dalle ceneri di un’altra società – la Local Campus Srl di Roma, il cui sito è ancora in linea http://www.localcampus.it/careers.lavora.asp – e, dopo pochi anni, è già in liquidazione (dal gennaio di quest’anno a quanto abbiamo potuto verifcare grazie a MFHonyvem). Le attività proseguono fra Cinisello e Novedrate (Como).
Avevamo già pubblicato su
Campus un’inchiesta sulla Bertrand Russel University di Novedrate, ateneo privato, accreditato presso un’università gallese, e che poi ha chiuso i battenti. G.C.

Decine di spot pubblicitari. Testimonial d’eccezione. Volete diventare giornalisti sportivi? No problem. Volete diventare conduttori televisivi? No problem. Sarete accompagnati da celebri personaggi del mondo dello spettacolo, del calibro di Lamberto Sposini, Maria Teresa Ruta, Bruno Longhi, Marco Civoli e Diego Dalla Palma. Tutti presenti in qualità di docenti e pronti a tramandarvi le loro conoscenze. Chi offre tutto ciò? L’Ateneo Formass, appartenente al gruppo Cepu. Campus si è finto studente e ha ottenuto un colloquio (dopo la compilazione di un form online e qualche telefonata) alla sede dell’ateneo, a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano. Ci siamo quindi recati a verificare di persona come stanno le cose.
Cielo grigio tipico del hinterland milanese di fine autunno. Subito dopo una rotonda si apre il regno dell’ateneo Formass. Che di splendente ha ben poco. Sopra il cancelletto d’ingresso campeggia il cartello «Formass television». Arrugginito, corroso dalle forze della natura, e senza parte della vernice nella zona centrale. A fianco, un’antenna, anch’essa arrugginita e sulla quale si sono arrampicate delle erbacce. Ottimo inizio. Ci sono sei citofoni senza nome, suoniamo al primo. Nulla. Il secondo è quello fortunato e Campus può entrare nella sede di Formass, che come si può ben osservare dalle immagini sul sito dell’ateneo, nient’altro è che una vecchia palazzina a due piani.

L’INCONTRO CON RUTA
Ci viene incontro un uomo in giacca e cravatta, con cui abbiamo un appuntamento. È il signor Ruta. Parentela o semplice caso d’omonimia? Come in ogni ateneo che si rispetti non c’è assolutamente nessuno, i riscaldamenti non sono in funzione e il nostro cicerone ci dice che le segretarie, per oggi, sono fuori sede. Saliamo le scale, entriamo in un ufficio e ci sediamo. Inizia il colloquio. Dopo le presentazioni di rito, si parte con una breve introduzione sui corsi. Siamo interessati al master in videogiornalismo, avente come direttore Lamberto Sposini.
Il signor Ruta ci parla inizialmente di un corso monografico in giornalismo televisivo. Ci possiamo aiutare con delle schede fotocopiate dei corsi, raccolte in un professionale quaderno ad anelli. Dicevamo: teoria on line e due settimane di full immersion dove si fa pratica negli studi televisivi di Formass, con pernottamento al Campus di Novedrate (ricordate? Proprio quello, la sede di E-Campus e della fantomatica Bertrand Russel University). Il corso dura 10 mesi ma può durare anche la metà, dipende dall’impegno di ognuno. Alla fine sarà rilasciato un attestato di frequenza. Quindi, per la prima volta, afferma che il sistema università non fa fare pratica agli studenti. E qui scendono in campo i dipendenti Formass. Soprattutto nel master postuniversitario. Sei settimane di full immersion e stage finale di due mesi e mezzo, presso aziende partner. Si parte a gennaio. Ma parliamo di placement e inserimento lavorativo. «…i nostri corsi – dice Ruta – non garantiscono il posto di lavoro, però diciamo che io nel settore televisivo ho buone conoscenze. Per i miei allievi cerco di dare una mano…».
Inoltre l’Ateneo Formass dà l’opportunità di «…essere conosciuti in una regione a scelta dove noi comunichiamo il vostro nominativo presso televisioni, radio e giornali…».

LISTINO PREZZI
Sono disponibili finanziamenti triennali a tasso zero e chiavi in mano. Ops, non siamo in un concessionario d’auto! Il monografico viene sui 5.240 euro, ma per chi risiede in zona (e non usufruisce di due settimane di vitto e alloggio a Novedrate) la tariffa è di 4.800 euro. Quindi l’alloggio nel comasco ci costa 440 euro. Prezzi da favola. Ma veniamo al master: costa 16.800 euro, e non riusciamo a sapere se è possibile scalare o meno un’eventuale inutilizzo dell’alloggio di Novedrate. Notiamo anche che sulle fotocopie del quaderno ad anelli il prezzo indicato è di 19.800 euro. 3.000 euro di sconto? E non l’abbiamo neanche chiesto! Ma l’incongruenza non rimane isolata. Chiediamo quanti sono i componenti delle classi: «sono piccoli gruppi, circa 10-15 allievi». Ovviamente sul depliant informativo (disponibile anche online sul sito Formass) il limite è di 30 studenti. Queste sono le informazioni forniteci. Ora dobbiamo decidere. Solo per noi fanno uno strappo alla regola. Di solito il «sì o il no» sono dati alla fine della seduta, noi guadagniamo 24 ore di tempo. Il discorso ritorna sul punto focale. Ruta afferma che l’università, nel campo del giornalismo, non da nozioni pratiche: «la maggior parte degli studenti che esce da scienze della comunicazione è costretta a fare un master di questo genere, perch

Share

On maggio 21st, 2009, posted in: News università by
No Responses to “Cepu: quello strano Ateneo”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus