registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Atenei alla deriva

Nei suoi libri e negli articoli sul Corriere spesso lei si è scagliato contro scandali e abusi del mondo universitario. Hanno ragione i giovani a protestare?
Da vendere! Tutti noi, nonni, padri, zii, dobbiamo stupirci che non siano davvero furibondi per la società che lasciamo loro: l’università non ha spazio se non per i figli di qualche barone, il lavoro se lo sognano, grazie agli eccessi di garanzia degli anni passati che hanno conservato un posto di lavoro a tutti, compresi i ladri e i fannulloni, mentre loro, i giovani, di garanzia non ne hanno mezza. Delle pensioni non ne parliamo, negli anni 80 c’è chi ci è andato a 29 anni, loro ci andranno a 120 con il 20 per cento dell’ultimo stipendio. Insomma, credo che i giovani d’oggi abbiano molti più motivi, per prendersela con la generazione precedente, di quanti ne avessimo noi ai nostri tempi.
L’università italiana è proprio tutta da buttare?
No, come ha detto in un dibattito televisivo il vicepresidente della Regione Calabria Domenico Cersosimo, i nostri ricercatori all’estero vincono tutti i concorsi internazionali. Bene. Il guaio è che non li vincono in Italia.Perch

Share

On dicembre 26th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “Atenei alla deriva”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus