registration





Verrà spedita una password via e-mail.

110 e lode? Meglio un’esperienza all’estero

Per lavorare in Blackberry non serve il 110 e lode ma un’esperienza formativa all’estero.
Lo rivela a Campus Alex Kossuta, carrier relationship manager di RIM-Blackberry, secondo il quale il candidato ideale deve anche essere desideroso di imparare e capace di cogliere i punti di forza del prodotto da veicolare; l’insieme di queste caratteristiche ha più valore di una laurea con punteggio pieno. Kossuta, oratore d’eccezione in una lezione rivolta agli studenti dell’Università Bocconi, ha evidenziato che un periodo di studio all’estero permette a uno studente non solo di imparare una lingua straniera ma anche di sviluppare una capacità relazionale multietnica e multicentrica, fondamentale per lavorare in un’azienda decentrata come Blackberry. Gli studenti bocconiani accorsi all’incontro erano decisamente pochi, cosa strana vista la rilevanza del manager. Pochi ma buoni a giudicare dalla vivacità con cui hanno partecipato, subissando di domande Kossuta e costringendolo a fermarsi oltre l’orario previsto. I temi più ricorrenti negli interventi degli studenti sono stati la strategia di marketing adottata nella campagna pubblicitaria di Blackberry in Italia, la scelta di puntare al settore business, escludendo pertanto dal target una buona fetta della popolazione e le strategie di sviluppo aziendale a livello mondiale. Nel rispondere alle domande Kossuta ha sottolineato il fatto che l’azienda non intendere competere con colossi come Nokia e Motorola nel campo della telefonia “popolare”, preferendo rafforzare la leadership nel settore dell’utenza di fascia alta. Visti i dati snocciolati dal manager questa scelta ha portato i suoi frutti: nascono continuamente nuove sedi nei principali paesi del mondo, il numero di clienti è in continua crescita, l’ultimo fatturato ha toccato i 4 miliardi di euro.

Gli studenti che si occupano di marketing, bocconiani e non, saranno dunque contenti di sapere che una grossa azienda come Blackberry valorizza anche chi non potrà laurearsi con il massimo dei voti.

Chi volesse avere maggiori informazioni sulle offerte di lavoro e sull’attività dell’azienda può visitare i siti http://www.rim.com/ e http://www.blackberry.com/it/

Share

On febbraio 25th, 2008, posted in: News università by
No Responses to “110 e lode? Meglio un’esperienza all’estero”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus