registration





A password will be e-mailed to you.

Studi

«Non è qui e non è là, ma tuttavia è reale». Questa la criptica definizione, simile a un indovinello, usata dal filosofo Henry Corbin per delimitare le frontiere dell’immaginario: uno spazio in bilico fra rappresentazione mentale e realtà, sul quale le persone costruiscono giudizi, comportamenti e identità.
Un intero universo da esplorare, una sfida al superamento dei limiti tra materiale e immateriale, che l’Università Iulm ha deciso di raccogliere e concretizzare in un progetto di studio.
«Cultural and comparative studies on imaginery», questo il nome della nuova cattedra che l’ateneo milanese inaugurerà nelle giornate dal 22 al 24 febbraio, in occasione del convegno: «Le frontiere dell’alterità. Immaginari del prossimo, dell’estraneo e dell’esotico».
Il materiale a disposizione è vastissimo, ma quali gli obiettivi reali del corso? Ricerca e documentazione sull’immaginario, promozione di attività di ricerca multidisciplinari nel settore, collaborazioni tra ricercatori e professionisti, anche a livello internazionale, oltre alla creazione di un Osservatorio permanente sull’immaginario: sono solo alcuni dei campi che il progetto si propone di esplorare.
Quanto al resto, è tutto da scoprire e da inventare…magari con un pizzico di immaginazione.

Per maggiori informazioni, consultare il sito: www.iulm.it

Share

On febbraio 14th, 2007, posted in: Master & Corsi by
No Responses to “Studi”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus