registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Dalle origini fenicie del byte alla rivoluzione digitale

Parte il prossimo 8 maggio la seconda edizione del Corso di Storia dell’Informatica, promosso dall’Università di Verona in collaborazione con AICA, Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico.
Alla Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, propone un percorso didattico sugli aspetti storici e le implicazioni socio-culturali dell’Informatica, segnandone le tappe fondamentali fino alla rivoluzione digitale dei nostri giorni.
Un approccio caratterizzante per insegnare la storia di una disciplina che, per quanto in osmosi con svariati campi del sapere, ha un suo status ed ha avuto un percorso di sviluppo autonomo.
Articolata in sei incontri, l’iniziativa rientra nei corsi dell’associazione italiana di informatica per l’insegnamento della storia dell’Informatica nelle università italiane, pensata per diffondere nel mondo accademico un metodo di insegnamento dell’informatica che tenga conto anche del suo profilo storico e culturale, così come da tempo avviene all’estero dove la storia dell’Informatica è una materia consolidata nei curricula universitari.
Dal 2005/2006, anno di attivazione dei corsi dell’associazione, il progetto ha coinvolto 11 atenei e numerosi docenti, esperti del settore e studenti.
In questo panorama, l’università di Verona si distingue per aver rivolto i corsi non solo agli studenti universitari e post universitari ma anche ai docenti delle scuole superiori.
Gli argomenti previsti sono: Il paradosso temporale dell’accelerazione tecnologica, la rivoluzione alfabetica e le origini fenicie del byte, Pisa-Algeri-Pisa, il viaggio di Leonardo Fibonacci per contare con i bit, l’eredità Archimedea da Tartaglia, Maurolico e oltre, percorsi di calcolo nella direttrice Nepero-Eulero, strumenti di calcolo dal 17-esimo al 19-esimo secolo, babbage e l’arte della tabulazione, calcolo meccanografico e analogico: spigolando e speculando, tra industria e accademia, i primordi dell’era digitale, grandi idee che l’hanno resa la Scienza di oggi, la gloriosa, ma breve, avventura italiana, pilastri e classici dell’informatica, calcolare per bombardare e calcolare per vivere.

Il corso si terrà al dipartimento di Informatica dell’Università di Verona l’8, il 9, il 15, il 16, il 22 e il 23 maggio alle 15 e 30 in Aula Tessari

Share

On maggio 6th, 2008, posted in: Master & Corsi by
No Responses to “Dalle origini fenicie del byte alla rivoluzione digitale”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus