registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Usa: un aiuto per il prestito

Dopo una serie di tagli e misure contro la crisi che spesso hanno finito con il danneggiare le finanze degli studenti, dagli Stati Uniti arriva una buona notizia per i giovani che grazie ai prestiti mantengono la propria educazione universitaria. A dare la buona novella è il Dipartimento dell’educazione: sarà presentato un piano di rimborso che consentirà agli studenti di ridurre il pagamento dei prestiti, in base al loro reddito.
«Questa misura viene incontro ai mutuatari a riparare il loro debito in queste particolari condizioni economiche», afferma Arne Duncan, segretario all’educazione. Che rimarca: «Questo piano è stato creato per dar loro la possibilità di ammortizzare l’importo del pagamento, in base al reddito percepito o che si percepirà». Inoltre, il tasso d’interesse per il prestito studentesco scenderà dal 6,8 % al 5,6 %. Le previsioni dicono che entro il 2012 si abbasserà al 3,4 %. In questo modo il governo cerca di dare una mano agli studenti e ai laureati con una complicata situazione lavorativa, e alle famiglie che si trovano impossibilitate, causa crisi economica, a sostenere il mutuo universitario.
Le condizioni dei prestiti privati, in questo primo semestre del 2009, sono peggiorate strada facendo: ottenere prestiti si è fatto difficile e costoso, non garantito dal governo e con un tasso d’interesse fortemente variabile.
Il programma, chiamato «Incombe-based repayment» è spiegato nei dettagli in un sito web, creato dal Dipartimento dell’educazione, per aiutare i mutuatari nella comprensione del progetto e per calcolare il pagamento mensile dovuto, basato sul reddito personale o familiare.

Share

On giugno 30th, 2009, posted in: Estero by
No Responses to “Usa: un aiuto per il prestito”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus