registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Marco e il sogno di diventare regista

Marco Coppola, 33anni, di Napoli, frequenta il primo anno della Tisch school of the Arts della NYU University
Avevo fatto domanda per entrare al centro Sperimentale di Roma ma non sono stato selezionato. La mia impressione è che nei colloqui di selezione non siano arrivati a conoscermi. Mi hanno interrogato su Raffaele La Capria, lo scrittore, ma sfortunatamente non avevo mai letto nulla di lui. Così dopo la delusione del Centro Sperimentale ho fatto domanda a NYU e il processo di selezione è stato completamente diverso. Ti chiedono il portfolio, sceneggiature che hai scritto, lettere di raccomandazione scritte da persone con le quali hai lavorato e poi c’è il colloquio. Se non puoi andare a New York puoi farlo via Skype. La mia impressione è che la commissione di NYU abbia davvero voluto sapere chi ero e cosa sapevo fare. Puntano molto sulla capacità di visualizzazione e su come racconti le storie. L’esperienza a New York è incredibile, la città è una fonte costante di ispirazione e creatività. Per me non avere un campus delimitato è fantastico, NYU è una serie di strutture sparse per downtown. Non voglio vivere l’esperienza in una campana di vetro come quella di un campus universitario. La città crea una specie di cortocircuito creativo fantastico. Gli insegnanti sono professionisti del settore con anni di esperienza, direttori della fotografia vincitori di Oscar ,insomma ,il meglio. A Nyu sono abbastanza vecchio stile, ti insegnano a girare in pellicola ma a disposizione c’è tutto il materiale più aggiornato. La tesi finale alla fine del terzo anno, il film che ogni studente deve presentare può essere in qualunque formato. La libertà di espressione è incredibile. Tisch school of Arts ha anche un campus a Singapore e molti degli insegnanti si dividono tra le due scuole. Avrei voluto seguire il corso di Spike Lee ma in questo quadrimestre è a Singapore. Questa è l’unica cosa un po’ deludente.
Share

On dicembre 16th, 2010, posted in: Estero by
No Responses to “Marco e il sogno di diventare regista”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus