registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Scambi di ricercatori tra Italia e Germania

L’Ateneo Italo-Tedesco (Ait) e il Deutscher Akademischer Austausch Dienst (Daad) promuovono il Programma Vigoni per intensificare la collaborazione scientifica italo-tedesca a livello universitario attraverso il sostegno alla mobilità di ricercatori all’interno di progetti di ricerca comuni. Il bando 2009, per il quale occorre presentare domanda entro il 18 settembre 2009 alle 14, riguarda progetti da attuare nel biennio 2010-2011. L’offerta è diretta a gruppi di ricercatori e studiosi attivi in istituzioni universitarie italiane e tedesche. Le richieste di sovvenzione non sono individuali, ma devono essere presentate nell’ambito di un piano di collaborazione scientifica comune. In Italia, la domanda deve necessariamente essere presentata da un docente universitario (professore di I e II fascia o ricercatore). I finanziamenti sono esclusivamente destinati a sostenere i costi legati alla mobilità dei componenti del gruppo di ricerca, per agevolare la partecipazione a periodiche riunioni di coordinamento e i soggiorni di giovani ricercatori, della durata massima di due mesi. I proponenti dei progetti possono fare richiesta di finanziamento per una durata di due anni. In media, da parte italiana il finanziamento assegnato per il primo anno ammonta a 3mila euro, per il secondo anno a 2mila euro. Le domande dovranno essere presentate da entrambi i partner ciascuno nel proprio Paese di appartenenza. La compilazione delle domande e la loro trasmissione avverrà direttamente dal sito dell’Ait, http://www.ait-dih.org. Diversamente dai bandi precedenti, alcune parti della domanda – segnalate nel modulo online – dovranno essere necessariamente redatte in inglese; la traduzione in italiano sarà facoltativa. L’abstract del progetto e il progetto scientifico, concordati congiuntamente dai responsabili del progetto italiano e tedesco e redatti in lingua inglese, dovranno essere inseriti nelle rispettive domande nazionali. I curricula dei partecipanti italiani al progetto dovranno obbligatoriamente evidenziare la data di nascita e la posizione ricoperta da ogni partecipante nell’istituzione universitaria del responsabile del progetto. Inoltre, dovranno essere riportati i curricula dei componenti del gruppo tedesco. Per informazioni è possibile contattare l’Ait al numero 0461/883442, o scrivere all’indirizzo e-mail info@ateneoitalotedesco.org.

Share

On giugno 8th, 2009, posted in: Borse & Concorsi by
No Responses to “Scambi di ricercatori tra Italia e Germania”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus