registration





A password will be e-mailed to you.

Travel network

Ci sono quelli che viaggiano in ogni dove, ma solo se il viaggio è organizzato, ci sono quelli che il viaggio se lo cuciono su misura, scovano on line l’itinerario low cost più vantaggioso e diventano degli imbattibili web trotter, e poi ci sono quelli che «si parte!», ma solo se il turismo è ecosostenibile.

Nell’era della globalizzazzione il modo di viaggiare cambia, si dilata e restringe a seconda delle esigenze, ma soprattutto si declina in modi diversi. In Italia l’unico rappresentante dell’Istc – International student travel confederation – è il Cts, ovvero Centro turistico studentesco e giovanile, che ha un network di sedi in piccoli e grandi centri. Quest’anno gli operatori Cts si sono ritrovati in una super convention a Budapest per capire cosa proporre di nuovo al homo turisticus contemporaneo. E con il vento dell’est sono arrivate interessanti proposte all’insegna di un turismo responsabile. Scarpe comode e zaino in spalla per andare lontano: dalle vacanze rigorosamente immersi nella natura con escursioni in montagne o esplorazioni in vela, alla voglia di scoprire mete avventurose come il Nepal o l’India, e poi c’è la possibilità di trasferirsi per un po’ su un isola “quasi” deserta per osservare e preservare la nidificazione delle tartarughe.

Lontano certo, ma non con il conto rigorosamente in rosso. Grazie ad una nuova partnership tra Cts e Sky Europe, i prezzi dei voli sono abbordabili. L’importante è partire e come scrive l’antropologo Duccio Canestrini: «Quando va bene torni cambiato, rigenerato, più consapevole. Quando va male… non ti è successo niente»

Share

On febbraio 8th, 2007, posted in: Viaggi by
No Responses to “Travel network”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus