registration





A password will be e-mailed to you.

Omero tra le nevi

Un viaggio di 8000 km attraverso i ghiacci della tundra siberiana, scortato solo dai suoi 10 cani da slitta.
L’esploratore francese Nicolas Vanier è partito il 2 dicembre per una missione chiamata Odissea Siberiana. Mai come questa volta, un nome fu tanto azzeccato: partire dalle rive del Lago Baikal, in Siberia, per arrivare a marzo alla Piazza Rossa di Mosca. Una marcia di 18 ore al giorno, per coprire una distanza giornaliera di 80 chilometri, ad una temperatura di -60°.
Niente di nuovo per Vanier, che già da tempo ci ha abituati a sfide che hanno dell’incredibile: dalla spedizione in Lapponia nell’82, ai 7 mila chilometri della Transiberiana, all’Odissea Bianca dall’Alaska al Quebec.
Almeno per questa volta ha scelto di lasciare a casa moglie e figlioletta ( che attraversò le Montagne Rocciose a solo 18 mesi): lo accompagneranno nell’avventura i suoi cani da slitta.
Lo scopo della missione è portare una testimonianza della situazione ambientale e dei pericoli che corre il nostro pianeta.
Partner dell’impresa sarà Energizer, che fornirà una torcia ad altissima tecnologia, la Ultimate Lithium Headlight, Decathlon, che provvederà all’equipaggiamento sportivo e Pedigree Pal, che rifocillerà i cani.
Sul sito www.extremeenergizer.com si può seguire l’impresa con foto e filmati.                       

Share

On dicembre 19th, 2005, posted in: Viaggi by
No Responses to “Omero tra le nevi”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus