registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Arriva il primo festival transnazionale europeo

Quattro città dell’Europa per due settimane e 53 eventi. E’ così che si potrebbe descrivere, in sintesi, il “Festival transeuropa 2010” (www.transeuropafestival.eu) che da Londra, dove e’ nato tre anni fa, si estende ora anche a Parigi, Cluj-Napoca (Romania) e, per l’Italia, a Bologna. Si tratta di un innovativo evento pubblico che unisce simultaneamente quattro città nei giorni che avvicinano alla Festa dell’Europa, il 9 maggio: una celebrazione in un colpo solo della ricchezza artistica, culturale e politica dell’Europa, del suo potenziale di creatività e di apertura al mondo. Transeuropa è infatti volto a mettere in luce la varietà delle culture europee, la mobilità e la comunicazione transeuropea. Gli eventi del Festival sono gratuiti, aperti a tutti e affrontano temi diversi come la riforma universitaria, il femminismo e la democrazia. Transeuropa è anche un Festival versatile che assume forme molteplici: passeggiate urbane, proiezioni di film, rappresentazioni teatrali, dibattiti, appuntamenti artistici, che riuniscono militanti, filosofi, artisti, studiosi, giornalisti. Tutti questi ‘eventi’ si sviluppano in quattro città, ognuna dedicata a un tema in particolare. A Bologna si parla soprattutto di mobilità europea, a Londra di Europa e democrazia, a Parigi di Europa e resto del mondo, a Cluj di diversità culturale. In più, in ogni città sono previsti appuntamenti che richiamano trasversalmente i temi trattati nelle altre città, un focus sulle uguaglianze di genere e una particolare attenzione all’arte. Il Festival avvicina così le città coinvolte e i loro abitanti attraverso incontri che toccano tematiche simili, attraverso la mobilità dei partecipanti tra i luoghi del festival grazie anche all’utilizzo dei nuovi media con web streaming e discussioni simultanee su internet. Tra i partecipanti confermati ci sono la sociologa Saskia Sassen, la filosofa Michela Marzano, la studiosa femminista Geneviève Fraisse, lo storico Donald Sassoon, il sinologo Francois Jullien. Il programma prevede anche un intervento dell’artista Oliver Ressler, la cui installazione video What is Democracy? verrà proiettata in tutte le quattro città, con un evento speciale alla presenza dell’artista a Londra, il 7 maggio durante la serata Late at TATE Britain. Nel programma bolognese di Transeuropa, che si concentra tra il 30 aprile e il 10 maggio, è da segnalare il Forum sul Bologna Process e la riforma universitaria (Bologna, 6 e 7 maggio), con ricercatori, studenti e attivisti provenienti da tutta Europa per parlare di produzione di conoscenza e movimenti nell’università globale. Tra gli altri appuntamenti la Conferenza su Europa e Cina (Petit Palais, Parigi, 30 aprile), il Forum su Europa e democrazia (Toynbee Hall, Londra, 9 Maggio, giorno dell’Europa), il Forum sulla diversità culturale (Cluj-Napoca, 30 aprile-2 maggio). Il Festival è stato pensato e progettato, con il supporto del Parlamento europeo e della Commissione europea, da European Alternatives, organizzazione della società civile di attivisti, artisti, pensatori con lo scopo di sviluppare un pensiero post- o trans- nazionale che può contare su una squadra di giovani volontari in ognuna della città. Per informazioni, scrivi a info@youthpressitalia.eu
Share

On aprile 30th, 2010, posted in: Viaggi by
No Responses to “Arriva il primo festival transnazionale europeo”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus