registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Una catena di aiuto, dagli Appennini alle Ande

L’idea è semplice ma ..”produttiva”: spendere una parte del proprio tempo libero in lavori di piccola manutenzione o in altri più impegnativi di costruzione (e gestione) rifugi sulle montagne di tutta Italia partendo dalla Valle d’Aosta per arrivare (addirittura) fin sulle Ande, in modo da abbinare occasioni di turismo con opportunità di fare nuove esperienze di escursionismo (e solidarietà). I proventi di tutte queste attività ‘in quota’ sono destinati all’Operazione Mato Grosso (vd sito al link: http://www.operazionematogrosso.org/index.php/lomg-mainmenu-45/cosa-ainmenu-29) che poi li reinvestirà per finanziare la formazione di guide andine a scopo escursionistico ma anche per supportare progetti di artigianato locale andino i cui manufatti sono re-indirizzati ai punti di diffusione aperti un po’ in tutta Italia – a Milano come in centri minori (vd sito http://www.donbosco3a.it/Default.aspx?tabid=126) – oppure esposti (e venduti) in mostre ..itineranti (vd. sito:
http://www.donbosco3a.it/CalendarioMostre/tabid/167/Default.aspx). Per saperne di piu’ su questo trekking benefico, consultare il sito dell’Associazione Don Bosco 3A (http://www.donbosco3a.it/) …E chissa’ che non si decida cosi’ di pernottare un week end al “Rifugio degli angeli” !
(http://www.rifugiodegliangeli.it/index.php?option=com_weblinks&Itemid=23)

Share

On marzo 20th, 2009, posted in: Sport by
No Responses to “Una catena di aiuto, dagli Appennini alle Ande”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus