registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Stelle senza polvere: storie di atleti italiani

Sapete cos’hanno in comune Sara Simeoni, campionessa di salto in alto e medaglia d’oro alle Olimpiadi di Mosca 1980 ed Eddy Ottoz, uno dei massimi specialisti europei e mondiali dei 110 m ostacoli negli anni ’60?
No, forse se cercate su Google la risposta non la troverete. Ma se andate in libreria, potrete certamente scoprirlo. Sara ed Eddy sono stati, senza saperlo, gli ispiratori di “Stelle senza polvere” (Società Editrice Fiorentina, 189 pagg, 15 euro) un appassionante viaggio nella storia dell’atletica leggera italiana intrapreso dal giornalista toscano Roberto Corsi. Il quale un giorno, smanettando su Facebook, ha ricevuto la richiesta d’amicizia proprio da parte dei due di cui sopra.
Quanti ricordi, quante emozioni con le vittorie di Pietro Mennea, Livio Berruti, Antonella Capriotti o Carla Tozzi. Ma che cosa succede ad un atleta che ha fatto dello sport la propria filosofia di vita quando attacca le scarpe al chiodo?
Quando calano le luci della ribalta, quando il frastuono di uno stadio esultante che un tempo ha spaccato i timpani adesso è solo un rumore lontano, quando uno strato sottile di polvere si adagia su trofei e medaglie, cosa succede? A queste e ad altre domande ha tentato di rispondere con le sue interviste Roberto Corsi, giornalista pubblicista con un fisico non proprio da “corazziere” ma un’ incredibile voglia di raccontare a tutti quanto lo spirito sportivo e i principi di lealtà di ieri, siano così necessari oggi, dove non mancano i colpi bassi e le illusorie scorciatoie. Perch

Share

On aprile 27th, 2010, posted in: Sport by
No Responses to “Stelle senza polvere: storie di atleti italiani”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus