registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Una pagina e due gruppi per farsi sentire

Campus si rivolge agli universitari. Gli universitari si rivolgono a facebook. Campus si rivolge a facebook, il luogo d’incontro del terzo millennio. A dire il vero non è proprio l’ultimo arrivato nel social network più usato del mondo. Ecco perchè.
In questi giorni è stata lanciata una nuova campagna, prima sulla pagine di Campus (numero di gennaio/febbraio), poi in rete. Nome in codice: «Dillo alla Gelmini: Anche noi valutiamo!». Come potete leggere qui (articolo di lancio della campagna) vogliamo dar voce e spazio agli studenti universitari. Tema: la valutazione, dagli atenei al singolo docente. Infatti, il ministro Gelmini, nelle linee guida da poco presentate, sembra essersi dimenticata della valutazione studentesca. Vogliamo farle un promemoria? Basta cliccare qui e seguire le istruzioni proposte. Ossia scaricare il manifesto (come nella precedente campagna) e appenderlo sui muri della vostra facoltà. Quindi scattare una foto e inviarcela. Sarà pubblicata!
Ecco la "manona", simbolo della campagna:

{mosimage}


Ma ovviamente non è finita qui.
Esiste un punto di riferimento, un contenitore che fa da campo base a tutte le campagne presenti e future. Si tratta della pagina facebook di Campus, chiamata «Campus, il primo magazine degli studenti». Ovviamente spazio alla discussione e all’approfondimento, con il blog di Campus.it.
Chiudiamo con un salto nel passato: ai primi di settembre è stato creato un gruppo chiamato «Bamboccioni, mai più». Guarda un po’ il nome corrisponde con la prima campagna lanciata da Campus, nei mesi di ottobre e novembre.
Ecco il manifesto, ricordate?

{mosimage}


Si sa che la potenza del social network di Mark Zuckerberg si basa sul passaparola. Ed è proprio quello su cui punta Campus per essere ancora più vicini agli studenti. Ci auguriamo che la comunità di iscritti a Campus possa crescere rapidamente, e per farlo serve anche il vostro tam tam. Diamoci da fare.

Share

On febbraio 9th, 2009, posted in: Lifestyle News by
No Responses to “Una pagina e due gruppi per farsi sentire”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus