registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Un futuro da

Essere un soggetto in buona salute e non avere problemi psicologici (!), per essere disposti a ingurgitare pillole, sciroppi o a provare unguenti. Il tutto per quindici, venti giorni all’anno in una clinica, pagati dai 250 ai 600 euro al giorno.
E’ la nuova, particolare, frontiera dei laureati in preda al panico da disoccupazione. O almeno quella che ha deciso di “sperimentare” un 34enne di Potenza, laureato in Lettere e Filosofia.
Questa la storia che arriva dalla Gazzetta del Mezzogiorno (http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/).  Dal 2006 R.S. (il nome è top secret, chissà che si vergogni un po’ di darlo in pasto ai media), racconta il quotidiano pugliese, trascorre alcuni giorni in una clinica della Svizzera come cavia umana. "Mi trattano con i guanti bianchi. E poi mi pagano bene", racconta il protagonista di questa storia.
“Certo però dipende dall’importanza della sperimentazione”. E, forse, anche dalla sua pericolosità, verrebbe da dire. R.S. non ha rimpianti. "Ho parenti in Svizzera e quando sono andato a trovarli ho letto un annuncio della facoltà di Medicina che cercava persone disposte a entrare nello staff di una importante casa farmaceutica. Mi sono presentato, consapevole di trovarmi di fronte a una scelta difficile". Ma l’ha accettata. Possibile che non esistano altre e meno “avventurose strade”, per sbarcare il lunario ??
Share

On ottobre 5th, 2010, posted in: Lifestyle News by
No Responses to “Un futuro da”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus