registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Lombardia: legge anti-kebab

È già stata erroneamente ribattezzata legge anti-kebab, ma il giro di vite va a colpire anche pizzerie d’asporto, rosticcerie, gelaterie, fornai e piadinerie. Insomma, il futuro del variegato mondo del take away, in Lombardia, sarà un po’ più difficile. E più complicato sarà senz’altro il ristoro delle migliaia di giovani affamati al ritorno da una festa, da una serata in discoteca o da un film a casa di amici.
Martedì 21 aprile il consiglio regionale lombardo, su proposta della Lega Nord, ha varato una nuova legge sui take away. In sintesi: posate e bicchieri rigorosamente di plastica, divieto assoluto di consumare sui marciapiedi fuori dai locali e chiusura all’una del mattino. Pene fino a 3 mila euro, per chi produce e per chi consuma da fuorilegge.
Cari studenti dite quindi addio a pizza, kebab o brioches nelle vostre notti tra Milano e dintorni. Il panino lo si porta da casa, a meno che non lo si voglia prima dell’una e all’interno del locale. E attenzione alla pausa gelato tra gli appunti di sociologia e il testo di marketing: passeggiare con il cono potrebbe costarvi caro. La legge parla chiaro e l’articolo 2, comma 2 «vieta il consumo dei prodotti negli spazi esterni al locale».
Buona fortuna a controllori e controllati.

Share

On aprile 22nd, 2009, posted in: Lifestyle News by
No Responses to “Lombardia: legge anti-kebab”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus