registration





Verrà spedita una password via e-mail.

La parola passa a Morgan

Una ragazza urla tra la folla: «Morgan, prendimi a X-Factor!». Lui la guarda. Si ferma. La fissa, e dopo qualche lungo secondo passa oltre, tra foto e autografi. Anche questa è stato un modo di proporsi. Forse che Morgan sia visto come il realizzatore di sogni del nuovo millennio? Come colui che valorizza il fattore X che si cela in molti giovani? Campus ha chiesto al diretto interessato cosa ne pensava. Parlando, si è autodefinito così: «Io sono un dispensatore di sogni a X-Factor». Sentiamolo.
Morgan, sembrerebbe che in questo periodo l’unica realtà che valorizzi il talento dei giovani sia X-Factor? È veramente così? Come spieghi questa situazione?
Non credo che X-factor sia l’unico che valorizza i talenti. Mi spiego: in televisione può anche essere l’unico che da grande visibilità ai giovani, ma nel resto della società abbiamo altro. Concorsi, bandi e altri eventi. Sì, forse sono meno visibili, ma chi è bravo emerge. E il Grande Fratello non può essere considerato come una fucina di talenti…
Il resto lo troverete in edicola, ai primi di aprile, con il prossimo numero di Campus.

Share

On marzo 18th, 2009, posted in: Lifestyle News by
No Responses to “La parola passa a Morgan”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus